È l’associazione “MareAmico” di Agrigento a denunciare un triste accaduto verificatosi in una riserva naturale. Un uomo, infatti, a bordo della sua moto, è entrato nella riserva naturale del fiume Platani nell’Agrigentino arrivando persino in spiaggia. Nessuno lo avrebbe fermato né richiamato ma un video di “MareAmico” lo incastra. In sella alla moto, ha percorso tutta la spiaggia, si è avvicinato al fiume Platani e infine ha percorso il sentiero che lo ha portato alla necropoli di Eraclea Minoa davanti a decine di bagnanti increduli. Non era mai successo.

In moto fino alla necropoli, il video fa il giro della rete

Un gravissimo fatto, segno di inciviltà ai danni di una riserva naturale che spesso viene visitata da scolaresche accompagnate dalle associazioni ambientaliste del territorio. “È necessario scoprire l’identità del trasgressore e consegnare il suo nome al pubblico ludibrio, al fine di dare un segnale di legalità al territorio e per evitare che questi fatti incresciosi si ripetano. Proprio per questo motivo MareAmico ha presentato un esposto/denuncia ai Carabinieri di Ribera e alla Forestale che è l’Ente gestore della riserva del fiume Platani” ha dichiarato Claudio Lombardo, responsabile provinciale di “MareAmico” (associazione che ha diffuso il video e denunciato questo increscioso episodio).