Un altro incidente coinvolge un velivolo della flotta AirAsia Indonesia, questa volta fortunatamente senza alcuna conseguenza. Stando a quanto riportano le cronache internazionali, un aereo avrebbe subito un guasto al motore poco prima della partenza. I passeggeri, impauriti, si sono quindi rifiutati di volare. Il tutto accade all’aeroporto di Surabaya, lo stesso da dove è partito l’AirBus scomparso la scorsa settimana.

Circa 120 viaggiatori si sarebbero rifiutati di risalire a bordo di un volo AirAsia diretto a Bandung, dopo un incidente avvenuto in fase di rullaggio. Secondo i testimoni, si sarebbe avvertito un forte boato, quindi un motore avrebbe smesso di funzionare. Il velivolo è perciò tornato ai gate e i passeggeri sono stati invitati a lasciare il mezzo, nell’attesa di un volo sostitutivo.

Le prime ricostruzioni parlano di un guasto a pochissimi metri dalla partenza: a seguito di un forte boato, il rumore di uno dei motori sarebbe scomparso, lasciando quindi presagire l’avaria. Dopo le dovute verifiche del caso il guasto tecnico sarebbe stato risolto, ma circa il 90% dei passeggeri si è rifiutato di imbarcarsi sullo stesso velivolo. Solo cinque viaggiatori avrebbero accettato di tornare normalmente a bordo, per nulla spaventati dalla possibilità che il malfunzionamento potesse ripetersi in volo.

Così come sottolineano le cronache locali, lo spavento è più che comprensibile e, per questo, la compagnia aerea avrebbe accettato di buon grado la possibilità di fornire soluzioni alternative. Le immagini drammatiche del volo QZ8501, diretto la scorsa settimana a Singapore e scomparso al largo delle isole di Giava, sono ovviamente ancora impresse nell’immaginario comune: le operazioni di ricerca continuano senza sosta e, proprio negli ultimi giorno, iniziano a emergere dalle acque corpi esanimi e feriti. Quest’ultimo guasto, avvenuto lo scorso sabato, non ha fatto altro che alimentare le polemiche su AirAsia, dopo anche la notizia di una rotta forse non autorizzata per il viaggio finito in tragedia.

Fonte: Mirror

Immagine: Bayurov Alexander via Shutterstock