Una coppia di anziani coniugi è stata trovata morta in un appartamento a Valenza, in provincia di Alessandria. A fare la macabra scoperta e a dare l’allarme ai soccorritori è stato il figlio della coppia, di rientro a casa. Immediato l’intervento delle forze dell’ordine che hanno rinvenuto un biglietto di addio: l’ipotesi, dunque, è che si tratti di un omicidio-suicidio. La coppia, stando alle prime indiscrezioni, avrebbe deciso di farla finita per non “soffrire” più.

Alessandria, hanno lasciato un biglietto d’addio

Il figlio dell’anziana coppia aveva intuito che fosse successo quando, da ore, i due non rispondevano più al telefono: così ha chiesto ad un amico di accompagnarlo in casa dove ha trovato i cadaveri dei suoi genitori. Il corpo della donna, di 71 anni, era riverso a terra in cucina mentre quello dell’uomo, di 72 anni, nella vasca da bagno con una pistola appoggiata sulla pancia.

Alessandria, erano entrambi malati

“Non vogliamo più soffrire” si legge sul biglietto che gli inquirenti hanno rinvenuto a casa. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, sembrerebbe che l’anziana coppia abbia deciso di farla finita poiché entrambi malati: lui di tumore, lei di sclerosi multipla.

L’uomo, dunque, avrebbe sparato alla moglie per poi togliersi la vita. “Erano due persone perbene, innamorate l’uno dell’altra, a cui negli ultimi mesi soltanto la malattia aveva tolto il sorriso” raccontano i vicini di casa. L’uomo, che era malato di tumore ad uno stadio terminale, non avrebbe accettato l’idea di dover lasciare la moglie ammalata da sola.