Donna 63enne originaria del Mozambico uccide il marito con molte coltellate dopo una lite: il figlio cerca invano di fermarla, arrestata dai Carabinieri a Basaluzzo in provincia di Alessandria nei pressi della sua casa con in borsa, ancora, l’arma del delitto insanguinata.

Una lite in famiglia che è sfociata in un tragico omicidio dove a perdere la vita è un italiano di 69 anni ucciso dalla moglie con più di 10 coltellate. Presente in casa anche il figlio della coppia di 24 anni che ha cercato invano di fermare la madre in questo delitto. La donna ha colpito il marito usando un coltello da cucina con una lama stretta e lunga 20 cm, ferendolo alle spalle, al viso e al torace. A dare l’allarme è stata una vicina di casa, la donna è scappata per le vie del quartiere ma è subito stata bloccata dai Carabinieri.

La donna 63enne ai Carabinieri ha confessato “Sono stata io, ho ucciso mio marito” spiegando che il loro rapporto era costellato da liti e incomprensioni: i due avevano deciso di separarsi e vivere divisi ma le difficoltà economiche li aveva costretti a tornare insieme non riuscendo ad avere, entrambi, l’indipendenza economica per essere indipendenti. La donna è stata portata nella caserma dei carabinieri di Novi Ligure (Alessandria).