Misteriosa morte ad Alessandria. In un appartamento della città piemontese è stato trovato senza vita un uomo di 61 anni, Riccardo Sansebastiano. A suscitare sospetti sono le circostanze in cui è stato rinvenuto il cadavere, trovato seminudo su una sedia, con una catena legata stretta al collo.

Si pensa che a causare la tragica morte dell’uomo ad Alessandria sia stato un gioco erotico finito molto male. Adesso a essere indagata è l’amante dell’uomo, che ha anche dato l’allarme chiamando il 118.

Risulta al momento da verificare la versione fornita dalla donna. Secondo l’amante dell’uomo trovato senza vita ad Alessandria, la morte del 61enne sarebbe la drammatica conseguenza di un loro gioco erotico: “Era un gioco che facevamo spesso,” ha dichiarato la donna agli inquirenti, e ha inoltre sostenuto che quella era “una mania, una fissazione” del suo amante.

Il pm che si occupa della morte avvenuta ad Alessandria ha però formulato l’ipotesi di omicidio preterintenzionale nei confronti della donna, sua amante da più di 20 anni, poiché questa avrebbe dovuto immaginare che, lasciando il compagno in quella situazione, avrebbe potuto provocargli la morte.

Per saperne di più al riguardo adesso non resta comunque che aspettare l’esito dell’autopsia. Si potrà così sapere se l’arresto cardiaco di Riccardo Sansebastiano sia stato causato dall’eccessivo caldo, oppure dalla mancanza di respirazione per via della catena legata al collo che, almeno stando a quanto dichiarato dall’amante 57enne, era stato lui stesso a indossare, dicendole di tornare soltanto un paio di ore più tardi. La donna lo avrebbe così ammanettato e, sempre seguendo le sue richieste, sarebbe tornata dopo, trovandolo però privo di vita nell’appartamento di Alessandria che i due usavano per i loro incontri sessuali.

Sansebastiano negli ultimi tempi aveva inoltre dovuto fare i conti con una brutta vicenda: a metà maggio era stato sospeso dall’Atc, l’azienda di cui era un ex dirigente, a causa di un’oscura storia di fatture false. Anche la donna, che si trova ora iscritta nel registro degli indagati per il misterioso decesso avvenuto ad Alessandria, è una dirigente dell’Atc.