Il Teatro alla Scala di Milano è spesso protagonista di scioperi e manifestazioni che rallentano, se non impediscono, il regolare svolgersi degli spettacolo.

Questa volta tocca a Vasco Rossi.

Eh si, sembrerebbe infatti che la rappresentanza sindacale della Cgil del Teatro alla Scala abbia indetto uno sciopero proprio per il 31 marzo, data in cui dovrebbe andare in scena la prima del tanto atteso balletto ‘L’altra metà del cielo’ con musiche di Vasco Rossi.

Le motivazioni riguarderebbero una protesta contro il governo e il tanto discusso articolo 18 e di conseguenza alla lettera firmata dal direttore generale Di Freda sugli infortuni sul lavoro.

L’annuncio ufficiale, comparso anche sullo stesso sito del teatro proclama ‘A seguito della posizione del Governo sull’Art. 18 e in risposta alla provocatoria lettera firmata dal Direttore Generale Di Freda inviata ai responsabili e ai capi squadra tecnici, che scarica ogni responsabilità degli incidenti avvenuti in palcoscenico negli ultimi mesi sugli operatori stessi, anziché riconoscere gli errori di programmazione e organizzazione, la segreteria della SLC-CGIL la RSA e RLS proclamano lo sciopero per il giorno 31 marzo 2012’.

Restiamo in attesa di capire se qualcosa cambierà o se Vasco dovrà attendere.