Sono circa 3500 gli studenti degli istituti dell’omnicomprensivo Parco Nord (che include il Cartesio, il Casiraghi e il Montale) evacuati per un allarme bomba a Milano.

La segnalazione è arrivata questa mattina, a pochi minuti dall’orario di inizio delle lezioni: evidentemente è stata ritenuta verosimile, dato che i carabinieri hanno disposto l’evacuazione di ragazzi e personale scolastico, avvenuta con qualche problema di poco conto dovuto alla calca creatasi per la tensione del momento.

La polizia locale è arrivata sul posto per effettuare i controlli di rito, alla presenza di una squadra di artificieri, per quanto con ogni probabilità dovrebbe trattarsi di un falso allarme, per quanto si sia al momento esclusa l’ipotesi di una burla da parte di uno studente.

Come forse si ricorderà la città di Milano ha affrontato diversi allarmi bomba nei giorni seguenti i tragici attentati di Parigi, con la ripetuta chiusura di varie stazioni della metropolitana e conseguente rallentamento della circolazione. E contestualmente sono anche partite le prime denunce per procurato allarme, come previsto dalla legge. Una delle perquisizioni aveva coinvolto anche il cinema Odeon, ovviamente senza alcun risultato.

Particolare clamore aveva poi provocato il dispiegamento di circa 700 agenti per garantire la sicurezza della prima della Scala, con tanto di tiratori scelti appostati sui tetti ed elicotteri che pattugliavano i cieli.