È una storia bellissima quella che viene da Livorno e che vede protagonista un disabile ed un anonimo benefattore che non vuole finire sui giornali perché “quando si fa del bene lo si fa e basta senza altri fini”.

Disabile colpito da ictus e senza lavoro

Il benefattore, infatti, dopo aver letto la notizia che la casa di un disabile sarebbe finita all’asta, ha deciso di passare dalle parole ai fatti. Così ha chiamato il primo cittadino di Livorno che lo ha messo in contatto con il fratello del disabile – così come racconta il Corriere.it – decidendo poi che quella casa l’avrebbe comprata lui all’asta giudiziaria. “Se un domani vorrà acquistarla di nuovo la riavrà al prezzo che l’ho pagata io, altrimenti potrà restarci a vita” ha spiegato. Il proprietario non gli chiederà nemmeno il canone mensile per l’affitto.

Disabile vive con 257 euro di pensione

Il disabile, infatti, non solo rischiava di perdere la casa, ma da poco era persino rimasto senza lavoro, potendo contare su una pensione di appena 257 euro al mese. “Ho conosciuto di persona il benefattore, è un uomo sensibile, ero presente quando ha acquistato all’asta la casa del mio cliente [...] È completamente disinteressato, non ha secondi scopi se non quello di dargli una mano” ha raccontato l’avvocato del disabile che è stato colpito anche da un ictus.