Un pacco proveniente dall’Indonesia dove sull’etichetta era scritto “polvere mista” ma in realtà, quando gli addetti allo smistamento postale hanno aperto l’involucro per una verifica, non riuscivano a credere ai loro occhi. All’interno, infatti, vi erano 13 serpenti vivi. L’episodio è accaduto a Melbourne, in Australia.

Gli addetti ai controlli, avevano già notato qualcosa di strano nel passaggio del pacco ai raggi x ma una volta aperto, ne hanno avuto la conferma.

A quanto pare, in Australia, importare animali esotici non è poi così raro, nonostante sia severamente vietato, per via dei rischi che la fauna locale indonesiana potrebbe avere.

La causa principale, ovviamente è quella della vendita per scopi di allevamento.

Gli ispettori hanno poi spiegato la tragica fine che hanno fatto gli animali: “…sono stati uccisi perché qualsiasi animale vivo importato in Australia rappresenta un alto rischio per la biosicurezza ed i serpenti potrebbero potenzialmente portare parassiti e malattie che potrebbero colpire le industrie agricole, la salute e l’ambiente”.