Anche il Friuli Venezia Giulia ha dovuto subire gravi danni per il maltempo di questi giorni, dopo Liguria, Piemonte, Emilia Romagna e Toscana, in particolare un’alluvione ha colpito la zona di Trieste. Nel comune di Muggia una frana provocata dal cedimento del terreno in seguito alla fortissima pioggia ha travolto un’abitazione. Nella casa si trovava una donna di 73 anni, Lorella Querel, che ha perso la vita. E’ stata ritrovata dai vigili del fuoco sepolta sotto i detriti. Nel capoluogo è esondato il Rio Corgnoletto. L’acqua ha invaso anche l’obitorio, al punto da costringere le autorità a sospendere tutti i funerali per una giornata. Allagati numerosi negozi nel centro di Trieste e anche il sottopassaggio della stazione ferroviaria.

Per quanto riguarda la precedente alluvione in Maremma, la Procura di Grosseto ha aperto un’inchiesta per la morte di Marisa e Graziella Carletti, decedute nella propria auto travolta dalla piena del canale (chiamato anche fosso) Sgrilla. In Piemonte ed Emilia, ad Alessandria e Parma, sono arrivati gli uomini dell’esercito. Nei dintorni del capoluogo piemontese sono stati impiegati 60 soldati con una ventina di mezzi speciali. Nella città emiliana è arrivato personale del genio guastatori paracadutisti con quattro motopompe per svuotare gli edifici invasi dall’acqua.

Nella serata del 15 ottobre, durante la conferenza stampa di presentazione della legge di stabilità, il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha annunciato che verranno posticipate le scadenze di pagamento delle tasse per i comuni alluvionati.

Foto by InfoPhoto