Si chiamava Andrew, l’alpinista britannico di 32 anni che è morto per salvare la vita a sua moglie Lucy di 28. Un fatto accaduto nella montagna El Capitan della California dove i due si trovavano per festeggiare il loro primo anniversario di matrimonio. Doveva essere un giorno indimenticabile, una giornata felice che si è trasformata in tragedia. Mentre si trovavano ad alta quota, infatti, una grossa roccia di mille tonnellate – a causa di una frana – ha rischiato di finire addosso alla giovane Lucy. A quel punto il ragazzo si è lanciato addosso a lei facendogli scudo col suo corpo.

Un eroe che, per aiutare la sua donna, ci ha rimesso la vita. Lei, che ha riportato ferite molto gravi, è salva anche se ancora sotto shock per la perdita del marito. È stata proprio la 28enne a raccontare agli inquirenti e ai parenti la dinamica dei fatti, a spiegare che l’uomo è morto per salvarla, per un gesto eroico che gli è costato caro.

La coppia viveva in Gran Bretagna e si trovava in California per una vacanza. Ieri stavano facendo una scalata quando una frana ha causato il cedimento di una roccia pesantissima che si è staccata dalla montagna ad un’altezza di circa 200 metri.