Un incidente in montagna che è costato la vita a quattro alpinisti della Brianza quello che si è verificato nella giornata di ieri, verso le 10:30, sul monte Disgrazia (nella Valtellina). Una settimana fa a perdere la vita erano stati altri due turisti tedeschi, anche se l’incidente, in questo caso, era avvenuto sul versante opposto.

Dalle prime testimonianze, risulta che a scivolare per primo e poi a causare il trascinamento degli altri membri del gruppo, legati tutti in cordata, sia stato Alberto Peruffo, di 51 anni. Le altre tre vittime, tutte di 46 anni, sono Giuseppe Ravanelli, Giuseppe Gritti e Mauro Mandelli. I quattro si stavano preparando per una scalata al Monte Bianco.

Altri due alpinisti, presenti inizialmente con il gruppo, hanno deciso di abbandonare la scalata una volta giunti a quota 2.900 metri, poco prima che avvenisse l’incidente: le condizioni proibitive del tempo li avevano infatti convinti a non proseguire. Una volta raggiunta la valle hanno però avvisato il 118, il cui soccorso è stato reso più difficoltoso dalla nebbia fitta e dalla nevicata in corso. Una volta giunti sul posto, hanno però potuto constatare solo il decesso dei quattro alpinisti, per cui non c’era più nulla da fare.