E’ tutto pronto per la grande rivoluzione nel campo dell’istruzione con l’arrivo dell’alternanza scuola-lavoro che avvicinerà gli studenti al mondo del lavoro già ai tempi del liceo. Al sito Skuola.net il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini ha dichiarato che si tratterà di “un’esperienza formativa che consentirà di applicare simultaneamente allo studio il momento dell’applicazione delle conoscenze teoriche acquisite”. L’obiettivo, dunque, sarà quello di arricchire il bagaglio educativo degli studenti, vittime di questa crisi economica e del calo dell’occupazione in Italia.

Alternanza scuola-lavoro, la rivoluzione del Ministro

Si passa, dunque, dalla teoria alla pratica. “L’alternanza scuola-lavoro deve essere un processo di qualità e abbiamo gli strumenti per monitorarlo” ha aggiunto il Ministro Stefania Giannini. A breve anche la nascita del “Registro Nazionale delle Imprese” con una lista di aziende che ospiteranno gli studenti in alternanza scuola-lavoro oltre alla “Carta dei diritti e dei doveri” che il Ministro ha esortato ad utilizzare “qualora si senta che l’esperienza non porti valore aggiunto”.

Alternanza scuola-lavoro protagonista della maturità

Al sito Skuola.net il Ministro Stefania Giannini ha ribadito che l’esame di maturità vedrà protagonista – già a partire dai prossimi anni – l’alternanza scuola-lavoro che, di fatto, verrà valutata come “parte integrante dell’attività formativa”. Dunque, è tutto pronto per la grande “rivoluzione” del Ministro dell’Istruzione.