Lo scorso sabato, Amanda Lear si è esibita al Gay Village di Roma dove è tornata a cantare dopo anni in cui aveva volontariamente scelto di allontanarsi dalla musica per dedicarsi alla recitazione.

A questo proposito, la Lear afferma infatti che “stiamo provando una nuova commedia intitolata ‘Lady Oscar’, molto divertente. Ormai mi sto dedicando principalmente alla recitazione che mi sta dando enormi soddisfazioni”.

Quanto allo spettacolo di sabato al Gay Village, Amanda ha portato sul palco alcune delle sue canzoni più celebri, “farò alcuni dei miei pezzi storici e alcuni brani tratti dall’album ‘I don’t like disco’, uscito nel gennaio scors – racconta – Avevo abbandonato la musica perché non mi piaceva quell’ambiente. Ormai decidono tutto i dj. Però mi sono fatta convincere dai miei giovanissimi collaboratori e alcuni brani hanno funzionato alla grande”.

Presenta al programma di Carlo Conti, ‘Tale e quale’, in onda su Rai Uno, Amanda Lear ha anche detto la sua sulla televisione italiana specificando che “è cambiato tutto con la ‘generazione reality’. Questa non è tv, non è spettacolo: per me vedere gente che si lava i denti su un’isola e diventa famosa per un annetto è solo una schifezza”.

E come darle torto?