L’imprenditore americano di origine indiana, Amar G. Bose, è morto nella notte a Wayland, nel Massachusetts, Stati Uniti. Aveva 83 anni ed era passato alla storia per essere stato un vero innovatore nel mondo degli apparecchi audio e degli altoparlanti.

Visionario imprenditore indo-americano, fondatore dell’impresa che porta il suo nome, era nato a Filadelfia nel 1929, figlio di un esule bengalese. Il decesso è stato annunciato dai vertici della Bose Corp. e dal Massachusetts Institute of Technology (Mit), dove era stato docente per oltre 40 anni. La sua azienda produsse moltissime cose, ma passò alla storia soprattutto per le casse ad alta fedeltà e le cuffie con i dispositivi per ammortizzare il rumore.

Nel 2011 Bose cedette una parte delle sue azioni al Massachusetts Istitute of Technology, ateneo dove è stato professore dal 1956 al 2001, cosicché i dividendi possono essere reinvestiti per il sostegno a istruzione e ricerca: “Mio padre è noto per il suo successo come inventore e uomo d’affari, ma è stato prima di tutto un insegnante – ha detto il figlio Vanu G. Bose -. È impossibile contare il numero di persone che mi ha detto che mio padre è stato il miglior professore che abbia mai avuto”.