Brutte notizie per gli amanti dello shopping online, per gli utenti di Amazon che, d’ora in poi, dovranno mettere mani al portafogli per pagare l’abbonamento annuale di “Amazon Prime” che h annunciato di aumentare il suo costo. Si passa, dunque, da 19,99 a 36 euro annuali con la possibilità di fare un mini-abbonamento da 4,99 euro al mese: un’opzione certamente conveniente che farà gola a tutti, soprattutto nel periodo di Natale quando milioni di italiani acquistano regali su internet. Al momento, però, i riflettori sono tutti puntati sull’aumento dell’abbonamento annuale di “Amazon Prime” in Italia: un rincaro che sta facendo discutere e che a molti non piace affatto.

Ad annunciare l’aumento del costo è Amazon stessa attraverso una mail ai propri abbonati: il rialzo partirà dal 4 aprile 2018 per tutti gli utenti che effettueranno una nuova iscrizione mentre, chi ha un abbonamento di “Amazon Prime” in scadenza entro il 4 maggio, potrà continuare a pagarlo con la vecchia tariffa che, di fatto, verrà aggiornata solo tra un anno, nel 2019. Gli utenti, quelli più fedeli, verranno premiati così.

L’aumento del costo dell’abbonamento, fa sapere l’azienda a “Il Fatto Quotidiano.it”, è dovuta all’introduzione di Amazon Prime Video e di Prime Photos. Quindi un rincaro come conseguenza naturale dell’implementazione dei servizi.