Voleva suicidarsi una donna di 58 anni, residente a Barriera di Milano (Torino), che alla fine ha desistito solo per amore del suo cane. Voleva farla finita, voleva lanciarsi dal quinto piano del palazzo in cui abitava. Poi l’intervento di un carabiniere che le ha spiegato come il suo amico a quattro zampe non sarebbe riuscito a vivere senza di lei.

La signora, infatti, aveva una crisi depressiva quando ha chiamato la centrale operativa del 112 dicendo che avrebbe voluto suicidarsi. Uno dei militari in servizio l’ha tenuta al telefono per un’ora: in quell’occasione ha scoperto che la donna aveva anche un cagnolino al quale era profondamente legata. E così le forze dell’ordine si sono giocate quest’ultima carta. Quella del cane. Le hanno spiegato che senza di lei il suo amico a quattro zampe non ce l’avrebbe fatta e che sarebbe stato affidato a un canile fino alla sua soppressione qualora nessuno lo avesse adottato.

Solo così la donna di 58 anni si è tranquillizzata ed è stata rintracciata dai carabinieri che l’hanno raggiunta nella sua abitazione insieme al 118. È stata sedata e infine trasportata in ospedale.