Per la barca cinese del Team Sanya, quella di quest’anno, sembra essere un’edizione sfortunata dalla Volvo Ocean Race.

Il numero di guasti che colpisce l’imbarcazione sale infatti a tre, questa volta nella quinta tappa che collega Auckland, Nuova Zelanda, con il Brasile, a Itajaì.

Timone rotto dunque e proprio mentre il Team Sanya si trovava in testa alla flotta di imbarcazioni in gara.

Mike Sanderson, skipper e guida del team cinese, racconta che, si trovava in poppa per pompare fuori l’acqua che aveva allagato il compartimento stagno.

Il timone si è rotto mentre l’imbarcazione navigava tra i 20 e i 25 nodi di velocità e in mare si registravano onde alte tra i 2,5 e i 3 metri.

Il primo guasto aveva riguardato lo scafo, subito dopo la partenza dalla prima tappa, quella di Alicante. In quel caso la barca è stata spedita a Città del Capo per le riparazione.

Nella seconda tappa, poi, sempre quando si trovava in testa, il team si è reso conto di alcuni problemi a sartiame che l’hanno obbligato a fermarsi i Madagascar per le riparazioni.

Speriamo che il Team Sanya possa ricominciare a navigare senza più intoppi.