Andrea Mura, vincitore della Route du Rhum regata transatlantica, si prepara per la Two Handed Transatlantic Race che lo porterà a navigare in doppio per 3.000 miglia.

Il velista di Cagliari farà tappa a Plymouth, in Inghilterra, e a Newport, negli Stati Uniti.

Per lui si tratta di una bella sfida che arriva a seguito di un anno e mezzo molto intenso, come spiega lui stesso poco prima di partire: “Nell’ultimo anno e mezzo abbiamo lavorato intensamente sulla barca e sulla preparazione di questa nuova avventura. Il nostro obiettivo è quello di battere il record del 60 piedi Cherbourg Technologies che, nell’edizione del 1994, ha impiegato 15 giorni e 31 minuti per completare il percorso”.

Ad accompagnare Andrea Mura in quest’avventura e sfida è l’Open 50 ‘Vento di Sardegna’ della Felci Yacht dotata di tecnologie all’avanguardia come satellitari e strumenti utili al tracciamento della rotta e all’avvistamento di eventuali iceberg.

Con lui ci sarà anche Riccardo Apolloni, co-skipper di 46 anni di origini napoletane e grande appassionato ed esperto di traversate oceaniche.

Non sembrano essere dunque elementi deboli che possano impedire a Andrea di raggiungere i suoi obiettivi.

Restiamo in attesa di aggiornamenti.