Ieri si è conclusa la rassegna dell’International Catholic Film Festival che era in programma presso l’Auditorium di Via della Conciliazione, a Roma.

L’edizione di quest’anno, la terza, come spiegato dalla stessa presidente Liana Marabini, ha l’obiettivo di ispirare le persone “con film che le aiutino a pensare: non siamo realmente liberi finché non lo siamo interiormente”.

L’International Catholic Film Festival da spazio a tutti quei produttori di diverse forme di cinema, come corti, film documentari, serie televisive e ficton che promuovono valori positivi.

Il premio stesso del Festival è il ‘Pesce d’argento’ noto simbolo della religione cristiana che viene assegnato ai vincitori delle cinque categorie in gara.

Quest’anno sono stato 1.124 i film partecipanti e tra gli attori premiati è comparso anche Andy Garcia.

L’attore cubano, ormai statunitense, nato nel 1956, che partecipò, tra gli altri, al film ‘Il Padrino – parte III’, come nipote di Don Vito Corleone, per il quale ottiene la prima candidatura agli Oscar.