Massima allerta ad Anversa, dove un uomo di quarant’anni, di nazionalità francese ma di origine tunisina, avrebbe cercato di investire la folla nei pressi della zona dello shopping della città belga. L’uomo è poi stato arrestato dalla polizia, che ha reso nota la dinamica dei fatti: alle ore 11 di stamane, l’uomo è entrato a tutta velocità, con la propria auto immatricolata in Francia, all’interno della zona di De Meir, con l’evidente intento di investire i presenti.

Da quello che si è potuto apprendere dalle prime informazioni, all’interno dell’autovettura del presunto investitore sarebbero state ritrovate anche delle armi e una divisa della polizia. Sempre all’interno del bagagliaio, gli agenti avrebbero rinvenuto una tanica che conterrebbe un prodotto non ancora ben identificato.

Fortunatamente sembra che il gesto dell’uomo non abbia provocato feriti ma gli inquirenti stanno indagando per capire se il presunto investitore possa avere legami con il terrorismo islamico. I livelli di guardia si sono infatti notevolmente innalzati in seguito all’attentato al parlamento inglese di Londra, avvenuto nella giornata di ieri con una modalità assai simile a quanto accaduto qualche ora fa ad Anversa. Il Belgio, infatti, è uno dei Paesi che corre maggiormente rischi a causa del terrorismo islamico: nei ricordi di tutti ci sono ancora le immagini degli attacchi all’aeroporto di Bruxelles, che ha causato numerose vittime e che sono avvenuti proprio un anno fa.