La casa bolognese di Via D’Azeglio di Lucio Dalla apre le sue porte al pubblico il 30 novembre, e l’1 e il 2 dicembre.

Ovviamente l’accesso è a pagamento, si parla di 10 euro a persona, e i biglietti saranno acquistabili sul circuito Vivaticket a partire da lunedì prossimo.

Si potrà entrare a gruppi di 25 persone in orari prestabiliti, quindi dalle 12 alle 19, il 30 novembre, e dalle 9 alle 19, l’1 e il 2 dicembre.

Tutto il ricavato verrà devoluto per la ricostruzione del municipio di Finale Emilia che è stato distrutto dal terremoto.

Si tratta di un’ottima iniziativa a cui, racconta Dea Melotti, cugina di Dalla, dichiara di  non aver mai pensato fino a quando “il Fai ci ha fatto questa proposta è stata una grande sorpresa. Abbiamo deciso di accogliere questa idea per due motivi: Lucio era un grande artista che amava l’arte, era socio onorario del Fai e per il Fai aveva tenuto molti concerti; inoltre lo scopo ci è sembrato grandioso”.

“Siamo convinti che Lucio sarebbe stato contentissimo – ha commentato inoltre la Melotti – sarebbe stato in prima fila sul palco al concerto per i terremotati per essere vicino alle popolazioni colpite come sapeva fare lui, con la sua musica”.