Difficile conquistare il gradimento popolare quando si è governo: è una regola ben nota nel mondo della politica, che però non sembra valere per Chiara Appendino.

Con il 62% del consenso, e una crescita del 7,5% rispetto all’anno scorso, la sindaca di Torino è infatti risultata la prima classificata nella Governance Poll 2016, classifica di gradimento dei primi cittadini italiani stilata dall’Istituto Ipr Marketing per un’inchiesta del Sole 24 Ore.

In seconda posizione il piddino Dario Nardella di Firenze, al 61%, mentre in terza troviamo il transfuga 5 Stelle Federico Piazzarotti di Parma, al 60,5%.

In caduta libera invece Virginia Raggi: su un totale di 104 posizioni la sindaca dell’Urbe è finita al 103esimo, segno che la sua gestione non sta incontrando il favore dei romani. Rispetto alle elezioni primaverili la sindaca 5 Stelle ha avuto un’emorragia di consensi del 23,2%, svelando un trend opposto a quello del risultato delle urne (cosa che vale invece in positivo anche per la Appendino).

A chiudere la classifica c’è Maria Rita Rossa di Alessandria (governata dal Pd), città per la quarta volta di fila si è situato ultimo, complice anche il dissesto finanziario in corso dal 2012.

Nello stesso sondaggio sono stati valutati anche i presidenti di Regione: al primo posto si trova Luca Zaia della Lega, in Veneto, con il 60% del consenso popolare; segue poi Enrico Rossi del Pd, in Toscana, al 57%; e terzo si piazza Roberto Maroni della Lega in Lombardia, al 54%.

Podio negativo invece per Debora Serracchiani del Fiuli Venezia Giulia, Francesco Pigliaru della Sardegna e Rosario Crocetta della Sicilia, tutti facenti parti di schieramenti del centrosinistra.