Molto spesso i più grandi sprechi alimentari derivano dalle eccedenze che i supermercati sono costretti a ritirare dai banchi perchè non idonei al consumo domestico o alla ristorazione.

Il cibo in questione, pur rispondendo agli standard qualitativi di sicurezza, viene scartato perchè risulta spesso in eccesso in quanto la domanda è difficile da prevedere. Lo stesso meccanismo scatta nel momento in cui i prodotti non sono più esteticamente perfetti e quindi poco appetibili per il cliente. Per evitare questo enorme spreco alimentare a Copenaghen in Danimarca è nato “Wefood“, il primo supermercato di eccedenze alimentari in cui i prezzi arrivano ad essere scontati del 30-50% rispetto ai costi standard dei negozi tradizionali. A gestirlo è la ”Ong Folkekirkens Nødhjælp”, pronta a ridurre al minimo gli sprechi enormi prodotti dal Paese:

“Molti vedono questo come un modo positivo e politicamente corretto per affrontare il problema degli sprechi. L’obiettivo è contribuire a ridurre le 700 mila tonnellate di rifiuti alimentari che la Danimarca produce ogni anno”.

Insomma, un’iniziativa davvero geniale quella di “Wefood” che è stata accolta molto bene dalla gente del posto, così come si può notare dai messaggi di ringraziamento lanciati sulla pagina Facebook del supermercato:

“Sono così emozionata per la fantastica inaugurazione di oggi! Ottima musica, un sacco di clienti, una principessa e molto altro. Mille grazie a tutti coloro che ci hanno aiutato e ai numerosi clienti che sono oggi”.