Finalmente anche Napoli si è adeguata ai gusti alimentari del numero sempre crescente di vegetariani e vegani promuovendo l’apertura della prima macelleria vegetariana della città.

Il punto vendita in questione, la “Gagliano Carni“, ha deciso di occuparsi esclusivamente di prodotti che non contengono nessuna traccia animale. I clienti partenopei potranno, così, scegliere tra una vasta gamma di hamburger realizzati con spinaci, verdure, zucchine, melanzane e legumi, in particolare i ceci. Stessi ingredienti anche per le polpette, a cui può essere aggiunta la ricotta o un vero e proprio mix di verdure. Insomma, una bella iniziativa che, in altri Paesi, ha preso piede già da qualche anno. È nel 2010, infatti, che ha aperto in Olanda la prima macelleria vegetariana d’Europa ad opera di Jaap Korteweg. Per quanto riguarda l’Italia, invece, lo scorso febbraio è stata la signora Porzia la prima a voler adeguarsi alle abitudini dei vegetariani trasformando la sua macelleria di Bari “Mimì” in un punto vendita dove acquistare prodotti solo a base di verdure e ingredienti naturali. Così come i suoi colleghi partenopei, la titolare del negozio barese è riuscita a trasformare le ricette tradizionali di salsicce, hamburger e costine in gustosi prodotti vegetariani e vegani, attirando l’attenzione di sempre più clienti.