Bocciato il ricoso del ciclista

Niente da fare per Armstrong, l’agenzia anti doping Usa ha respinto l’ennesimo ricorso del ciclista Texano, a questo punto l’atleta ha deciso di non voler portare avanti la sua battaglia legale nonostante si sia sempre dichiarato innocente.
Le conseguenze della sua rinuncia sono molto pesanti, Armstrong deteneva il record assoluto di vittorie al Tour De France ovvero ben sette, con un colpo di spugna il direttore della società Anti Doping Travis Tygart ha revocato tutte le vittorie dell’atleta.
Dure le dichiarazioni di Armstrong: “C’è un momento nella vita di ogni uomo in cui si dice ‘quando è troppo è troppo’. Per me questo momento è arrivato. Oggi volto pagina. Sin dall’inizio questa indagine non aveva lo scopo di arrivare alla verità o di far pulizia nel ciclismo, ma quello di punirmi a ogni costo. Mi sono ritirato, eppure l’Usada muove delle accuse relative a un periodo di 17 anni nonostante possa limitarsi a otto anni. Io so chi ha vinto quei sette Tour de France, lo sanno i miei compagni e i miei avversari. Abbiamo corso tutti assieme, per tre settimane sulle stesse strade, sulle stesse montagne, contro le stesse avverse condizioni atmosferiche. Non c’erano scorciatoie o trattamenti speciali, era la prova più dura al mondo dove vince il più forte. E nessuno potrà mai cambiare questo, soprattutto Tygart”