Attenzione, perché la lingua italiana riserba tante sorprese e un vocabolo può cambiare il suo significato a seconda di piccolissimi cambiamenti: basta, per esempio, modificare un accento o l’ordine delle sillabe, ma anche togliere o aggiungere una lettera, come nel caso della parola

ARRAPPATO (leggete bene, con 2 p, e non con una!): participio passato di “arrappare” cioè togliere con violenza, strappare, arraffare. Può avere, però, altre due valenze:

1. Inerpicare, arrampicare.

2. Increspare, corrugare. In questo caso per “arrappato” si intende raggrinzito. Se riferito a persona può essere utilizzato per indicare un uomo od una donna pieni di rughe (esempio: “Quella donna ha la pelle completamente arrappata”).

ALTRI LINK:

Le parole sono importanti: cosa vuol dire “resilienza”.

Il significato di “genetliaco”.

Cosa significa “lisergico”.

Il significato di “ginepraio”.

Cosa vuol dire “sciamannato”.

Il significato di “solipsista”.

Cosa vuol dire “ringalluzzire”.

photo credit: Claudio Cicali via photopin cc