È stato disposto l’arresto di una maestra operante in una scuola primaria di Roma per violenze fisiche e psicologiche contro gli alunni di 6 anni: la donna avrebbe preso a schiaffi in faccia e ginocchiate sulla schiena alcuni scolari a lei affidati. Il gip di Roma ha disposto per l’insegnate 54enne il fermo agli arresti domiciliari.

Ad accusare la maestra sono stai alcuni colleghi ed ex alunni e l’indagine della Polizia, che ha portato a rilevare violenze anche contro una bambina portatrice di handicap messa con la testa dentro al cestino dei rifiuti, è partita da una denuncia-sfogo di un collaboratore scolastico. Il collaboratore ha raccontato di aver visto la maestra colpire con uno schiaffo e una ginocchiata ad un alunno di 6 anni.

Gli agenti hanno deciso così di aprire un’indagine raccogliendo le testimonianze di ex studenti, genitori e familiari di alcuni bambini. Tanti i racconti emersi da l’abitudine di far stare i bambini con il capo chino sul banco per poter mangiare in tranquillità a varie violenze fisiche subite dai bambini in vari anni.

La maestra, nell’ultimo periodo, era stata più volte spostata di classe e gli inquirenti stanno valutando queste procedure per escludere qualsiasi copertura da parte della scuola.