La giunta per le immunità del Senato ha dato il proprio assenso all’arresto del senatore Antonio Stefano Caridi (Gal). Caridi è accusato di associazione a delinquere di tipo mafiosa dalla Procura di Reggio Calabria, che ha inviato la richiesta.

Hanno votato a favore della proposta di dire sì all’arresto formulata dal presidente della Giunta Dario Stefano i senatori del M5S, del Pd, della Lega. Si è astenuto Nico D’Ascola di Ncd e hanno votato contro Fi, Idea e Gal.

In totale, sono stati 12 i voti a favore e 7 i contrari. Un astenuto, Andrea Augello. Il presidente della Giunta Dario Stefano e Nico D’Ascola non hanno partecipato al voto.

Prima dell’inizio dei lavori ha preso la parola il capogruppo del M5S al Senato Stefano Lucidi,scagliatosi contro la possibilità di un nuovo rinvio. “Su Caridi è ora di votare. O forse una parte del Partito Democratico e l’intero centrodestra vuol fargli fare le vacanze al sole o in montagna e non al fresco, come la Magistratura chiede?”.

Parole alla quale ha risposto Giovanardi. “Basta leggersi le carte per notare come nel periodo in cui Caridi è stato intercettato, dal 1997 al 2013, non ci sono prove né indizi a suo carico”.