La pizza d’asporto è forse il piatto più consumato al mondo. Presa direttamente in pizzeria, o comodamente recapitata a casa, questa leccornia viene quasi sempre consumata direttamente dal suo cartone, evitando così la noia di dover lavare le stoviglie. Ma cosa fare con tutte queste scatole, dei rifiuti veri e propri da smaltire? Una soluzione singolare è stata sviluppata da un ristorante statunitense: nasce il cartone della pizza, fatto di pizza.

L’idea è nata in quel di Brooklyn, presso la “Vinnie’s Pizzeria”. Lo scatto, condiviso sui social network e immediatamente divenuto virale, mostra una confezione per l’asporto completamente fatto di pizza, quindi non solo facilmente biodegradabile, ma anche del tutto commestibile. Il prezzo non sarà forse alla portata di tutti, poiché una pizza racchiusa nel singolare involucro costerà ben 40 dollari, ma l’iniziativa sembra aver attirato le curiosità di molti, tanto che le richieste si sarebbero triplicate dopo la pubblicazione sui social network. Vi sono, però, ancora alcune questioni da risolvere: come consegnare un simile prodotto, senza uno strato protettivo adeguato? Si sta pensando alla carta d’alluminio, altamente riciclabile, oppure ad altri materiali a basso impatto ambientale.

Fonte: UPI