L’universo del porno in rete è in rapidissima espansione e, alla crescita del mercato, aumenta anche la necessità di differenziare l’offerta in base ai propri utenti. Così PornHub, il portale dedicato all’intrattenimento per adulti con oltre 60 milioni di utenti attivi, ha deciso di cominciare a puntare sull’accessibilità. Con un progetto del tutto originale: i “described video”, i video a tripla X adatti ai non vedenti.

Il porno per non vedenti segue, come facile immaginare, tecniche già ben consolidate nell’universo cinematografico e televisivo, con il ricorso a una voce fuori campo che descriva minuziosamente le scene. Così, accanto a gemiti e altri sottofondi ben riconoscibili, per i “described video” una voce racconterà per filo e per segno cosa stiano facendo gli attori ripresi. «Con oltre 60 milioni di persone che visitano il nostro sito ogni giorno – ha spiegato Corey Price, vicepresidente di PornHub, all’Huffington Post - abbiamo pensato fosse importante cominciare a includere dei contenuti più accessibili sulla nostra piattaforma, considerato anche l’elevato numero di persone non vedenti nel mondo». Non è però tutto, poiché pare che dietro a ogni video vi sia un grande lavoro, soprattutto autorale: «Abbiamo puntato i nostri sforzi per ottenere degli script che fossero sia descrittivi che allettanti, per aggiungere sufficienti elementi mantenendo però l’audio originale del video».