E chi l’avrebbe mai detto. È successo a Rimini dove la cannabis light è entrata ufficialmente in ufficio per rendere meno stressanti le giornate davanti al pc dei dipendenti. Un’idea che è venuta al fondatore di un’azienda di Rimini con l’obiettivo ben preciso di allietare le giornate dei suoi lavoratori. così come riportato dall’edizione locale del Carlino.

Queste le parole di chi ha avuto questa rivoluzionaria idea:

Abbiamo sempre pensato che sia fondamentale per il nostro futuro rendere l’ambiente lavorativo un posto in cui star bene. Se il team è sereno, la stessa serenità viene poi trasmessa anche ai nostri clienti.

Il titolare voleva creare un luogo di lavoro rilassante che allo stesso tempo fosse produttivo e stimolante. Nessuno sballo, quindi. Tra l’altro in questa azienda non ci sono cartellini da timbrare, molti lavorano da casa e gli orari sono flessibili. Così, dunque, è nata l’idea della cannabis light in ufficio:

Siamo cresciuti tanto e in pochissimo tempo e ciò ha comportato molto stress per noi tutti. Ecco il perché di questa idea.

Oltre a tisane, biscotti alla marijuana e profumi d’ambiente ricavati proprio dalla cannabis con principio attivo legale, ci sono anche una sala relax, auto aziendali per i manager e persino pass gratuiti per le discoteche della riviera romagnola. Perché – assicurano – la qualità della vita è importante.