Dal 7 al 9 novembre 2014 torna a Torino “Artissima”, l’Internazionale d’arte contemporanea che ancora una volta animerà gli spazi del Lingotto Fiere. Un appuntamento che gli appassionati di arti visive non possono assolutamente mancare. La curatrice Sarah Cosulich Canarutto è riuscita infatti a portare al Lingotto il meglio dell’arte internazionale, creando un osservatorio imperdibile e un evento culturale di alto livello tanto per gli operatori del settore quanto per gli appassionati. Parole d’ordine della rassegna: ricerca, internazionalizzazione e performance, a cui è dedicata quest’anno una nuova sezione.

Promossa dalla Fondazione Torino Musei, la fiera è suddivisa in sei importanti sezioni: Main Section, che ospita le gallerie più rappresentative del panorama artistico mondiale; New Entries, dedicata alle gallerie giovani più interessanti; Present Future, sezione ad invito caratterizzata da stand monografici di artisti emergenti a livello internazionale; Back to the Future, mostre personali di artisti attivi tra gli anni ’60 e ’80, selezionati da un team di prestigiosi direttori di museo e curatori e Art Editions, dedicata a gallerie e altri spazi che presentano edizioni, stampe e multipli di artisti contemporanei. Novità assoluta del 2014 è poi Per4m, spettacolare sezione interamente dedicata alle performance, che si aggiunge alle tradizionali cinque che articolano la presenza delle gallerie all’interno del padiglione fieristico.

194 in tutto le gallerie ospitate dunque per la 21° edizione della tre-giorni torinese, 137 quelle straniere, in arrivo da ben 34 Paesi del mondo. Protagonista della seconda edizione di One Torino sarà invece l’inedito progetto espositivo “SHIT AND DIE” organizzato da Maurizio Cattelan, Myriam Ben Salah e Marta Papini, ospitato a Palazzo Cavour fino all’11 gennaio 2015. Un’esposizione unica e trasversale, radicata nel patrimonio sociale, politico e artistico di Torino, così come nella sua contemporaneità e nell’immaginario collettivo che evoca. Uno spettacolare progetto site specific  che traccerà una nuova narrazione della città attraverso la rilettura del suo patrimonio. SHIT AND DIE prende infatti la città di Torino come sua principale fonte di ispirazione: il filo narrativo della mostra è costellato da una serie di oggetti, di cui i curatori si sono impadroniti selezionandoli dalle collezioni meno convenzionali e da istituzioni affermate della città. Diverse storie, oggetti e opere d’arte si fondono nella composizione in una narrazione coerente, che il visitatore può leggere come un unico racconto.

Non possono infine mancare eventi collaterali organizzati in collaborazione con istituzioni di prestigio. Nel corso di Artissima, la città vive infatti un clima di particolare fermento, offrendo un intenso programma di mostre, eventi e progetti di grande richiamo che culmineranno sabato 8 novembre nella Notte delle arti contemporanee, con aperture a oltranza per musei, gallerie, spazi musicali.

Ancora una volta l’appuntamento è quindi nella spettacolare sede dell’Oval, padiglione dall’originale taglio architettonico realizzato in occasione dei Giochi Olimpici di Torino 2006, contenitore ideale per ospitare un appuntamento di riferimento per l’arte contemporanea internazionale quale Artissima.

Apertura al pubblico: 7-8-9 novembre 2014 dalle ore 12.00 alle 20.00

Biglietti: Intero: € 15,00; Ridotto: € 10,00; Abbonamento valido per 3 giorni € 30,00