All’Istituto dei Tumori Regina Elena di Roma è stata compiuta un’operazione davvero straordinaria: un tumore di 30 chili è stato asportato da una donna che ne pesava circa 90. Si tratta di una cittadina europea, che è stata ricoverata per circa due settimane e che è rimasta sotto i ferri per sette ore.

Il tumore di 30 chili era di origine lipomatosa: nel suo Paese di provenienza nessun medico aveva voluto eseguire l’operazione e la donna ha avuto l’opportunità di sottoporsi all’intervento qui in Italia grazie all’intervento di alcuni parenti residenti del nostro Paese. La donna ha 65 anni e tre figli: le sue condizioni di salute, sempre ottime, hanno iniziato ad avere un crollo nel mese di aprile scorso, quando ha iniziato a perdere l’appetito e ad avere saltuari episodi di vomito. In concomitanza a tutto ciò, il volume del suo addome ha iniziato ad aumentare. Gli esami diagnostici effettuati nel suo Paese avevano quindi evidenziato la presenza di un tumore di origine lipomatosa.

L’operazione è riuscita perfettamente e dopo che l’esame istologico ha confermato che si trattava di liposarcoma (ossia un tumore del tessuto adiposo), i medici l’hanno affidata ai colleghi oncologi. Per l’Istituto dei Tumori Regina Elena di Roma si tratta di un grande successo anche perché la struttura ha confermato di essere in grado di poter intervenire su qualsiasi tipo di tumore.