Un assalto di un commando armato al Circo Orfei ha causato il ferimento di un domatore e di un trapezista. L’aggressione è avvenuta in via Eugenio Bacchin, a Mestre, dove è accampato il circo Nelly Orfei.

Stando alle prime testimonianze raccolte, il gruppo di vandali è entrato ieri intorno alle 12 e 30 nella struttura con l’intenzione di devastare il circo Orfei. Gli aggressori, infatti, erano armati fino ai denti e hanno colpito con spranghe di ferro, coltelli e asce i mobili e i tendoni.

Il direttore Darix Martini è ancora incredulo per quanto accaduto e non riesce a spiegarsi il motivo di tanta cattiveria. Nella struttura circense fortunatamente a quell’ora c’erano poche persone, solo qualche dipendente e alcuni addetti. Martini non osa immaginare cosa sarebbe accaduto se ci fossero stati anche i bambini dello staff. Il commando armato, composto da 15-20 persone a viso scoperto, ha distrutto tutto: dagli sgabelli alle vetrate, dai tendoni alle ruote dei mezzi.

Il domatore delle tigri è stato accoltellato al braccio ed è finito in ospedale. Il trapezista e un altro ragazzo sono stati pestati dai vandali. L’intervento di Martini, attirato dalle urla, ha messo in fuga i delinquenti. Il direttore ha infatti urlato di chiamare subito la polizia.

Assalto al Circo Orfei, direttore: Non abbiamo mai dato fastidio a nessuno

Il direttore non riesce a capire chi si nasconda dietro questo atto di vandalismo senza precedenti nella storia del circo e si augura che la polizia individui al più presto i responsabili:

Non abbiamo mai dato fastidio a nessuno né tantomeno abbiamo nemici, siamo allibiti e ora chiediamo protezione alle forze dell’ordine. L’intento dei balordi era di distruggere il circo, avevano una furia violenta da far paura.

Sull’episodio indaga la Digos. La polizia scientifica ha effettuato i rilievi per risalire al commando. Le riprese delle telecamere a circuito chiuso del circo Orfei sono state acquisite dagli inquirenti.