Lotta all’assenteismo nel Comune di Sanremo. Un blitz della Guardia di Finanza ieri mattina ha portato all’arresto di 35 dipendenti comunali nell’ambito di una maxi inchiesta che vede indagate 195 persone. Gli impiegati finiti nel mirino dell’autorità giudiziaria avevano l’abitudine di assentarsi dal lavoro senza giusta causa, facendo timbrare il cartellino ai colleghi compiacenti.

In alcuni casi gli assenteisti mandavano i figli minorenni o il coniuge a timbrare il cartellino mentre si dedicavano alle attività più disparate: dall’andare in canoa al fare spese al mercato. C’era anche chi andava a timbrare il cartellino in mutande e poi tornava a dormire. Per i 35 dipendenti del Comune di Sanremo il gip Alessia Ceccardi ha disposto gli arresti domiciliari.

Assenteismo: indagato metà del personale a Sanremo

La pratica di assentarsi abitualmente dal lavoro riguardava ben la metà del personale comunale, come fa notare il gip nell’ordinanza:

Alla luce delle considerazioni che si trattava di una pratica assai diffusa, condivisa sostanzialmente dalla maggioranza dei dipendenti comunali, circa la metà del personale ricorreva alle condotte descritte, a fronte del dato che sono stati iscritti per gli stessi reati 195 indagati.

Il blitz della Guardia di Finanza ieri ha interrotto la celebrazione di un matrimonio e l’accesso dei cittadini agli uffici pubblici con un dispiegamento di ben 150 agenti. Le misure cautelari scattate nei confronti dei dipendenti comunali rischiano di mandare in tilt l’intero apparato amministrativo. A lanciare l’allarme nelle scorse ore è stato il consigliere comunale Valerio Nurra: “Qui si rischia che si blocchi tutta la macchina comunale”.

L’operazione è stata condotta dal capitano della Guardia di Finanza Jacopo Allera. I dipendenti pubblici sono stati seguiti dalle telecamere e dagli agenti. Gli appostamenti sono andati avanti per settimane per permettere agli inquirenti di distinguere chi effettuava le regolari pause previste dal contratto di lavoro da chi invece si assentava abitualmente per ore dagli uffici comunali o non si presentava del tutto al timbro del cartellino.

I dipendenti del Comune di Sanremo assenteisti dovranno rispondere di truffa ai danni dello Stato, falso in atto pubblico e interruzione di pubblico servizio.