Per un assessore si tratta di una frase fuori dal coro. Viviana Beccalossi, esponente di Forza Italia e assessore regionale al Territorio della Lombardia, si è lasciata andare ad un commento razzista, quasi una chiacchiera da bar: “Un solo commento, forse cattivo e poco usuale per un ‘politico’: non mi dispiace affatto che questo rumeno ubriaco e assassino sia morto, anzi…”. Un post, quello apparso su Facebook, che ha fatto subito il giro della rete e che ha aizzato una ridda di commenti infinita. Tra i suoi sostenitori e i suoi contrari, la Beccalossi è salita alle cronache della ribalta per un commento che, fosse stato detto da un personaggio qualunque all’interno di una chiacchiera tra amici, forse sarebbe anche passato inosservato.

L’episodio fa riferimento all’incidente d’auto avvenuto a Verolanuova, in provincia di Brescia, mercoledì 20 agosto: si sono scontrate due auto. In una un bancario con a bordo i due figli di 11 e 15 anni; nell’altra Bogdan Vasilache, il 19enne rumeno in questione. Tutti morti tranne il bancario. Non ci sono prove che confermino l’eventuale ubriachezza del rumeno, visto che l’autopsia non è ancora stata fatta, ma la Beccalossi ha aizzato subito la polemica: “L’ho letto in giro però” si è giustificata l’assessore. Deve far riflettere, però, il numero sempre crescente di “mi piace” e condivisioni che il suo post sta riscuotendo. Tanti i messaggi a sostegno della stessa Beccalossi.