E’ salito a quattro il bilancio definitivo della strage compiuta al museo ebraico di Bruxelles (ve ne avevamo parlato qui). Gli inquirenti hanno fermato un uomo, che per ora è considerato solo un testimone, e hanno diffuso anche tre video, ripresi dalle telecamere a circuito chiuso.

Nei video è possibile vedere il killer che si dirige all’interno del museo e che successivamente estrae un fucile, spara alle vittime e infine si allontana.

Non è stata ancora chiarata la matrice del gesto ma il governo belga ha pochi dubbi: si è trattato di un vero e proprio attacco antisemita. Durissimo il Premier israeliano Netanyahu, addolorato dal fatto che nessun leader politico gli abbia espresso solidarietà per quanto accaduto.

Le vittime sono una coppia di turisti israeliani, una volontaria francese della struttura e un impiegato belga del museo (quest’ultimo morto in seguito alle ferite riportate).