Confermata anche dalla Farnesina e annunciata dal cugino su Facebook la scomparsa di Patricia Rizzo l’italiana vittima degli attentati di Bruxelles. L’ex marito su Facebook ha pubblicato una foto dell’ex moglie che saluta sorridendo e ha aggiunto come didascalia: “È confermato. Patricia ci ha lasciati”.

La donna di 48 anni era una funzionaria delle istituzioni europee e stava viaggiando, come quasi ogni giorno, con la metro per raggiungere il suo ufficio ma all’altezza della fermata di Maelbeek è stata attaccata dai terroristi che hanno messo a ferro e fuoco di Bruxelles.

La morte è stata confermata anche dall’esame del DNA e su Facebook il cugino Massimo Leonora scrive: “Cari amici, in primo luogo grazie per il vostro sostegno, il vostro aiuto e quello degli amici di diversi paesi. Patricia purtroppo non è più tra noi. È dura. Abbiamo messo fine a questa corsa interminabile contro il tempo per ritrovarti: Pat, mi manchi, ci manchi. Ti voglio bene”.

La donna che a Bruxelles lavorava per Ercea, il consiglio europeo per la ricerca, era figlia unica nata in Belgio ma originaria di Calascibetta in provincia di Enna. Patricia era anche mamma di un ragazzo di 17 anni, nei commenti su Facebook tutti la ricordano come una donna solare, dinamica e sempre pronta ad aiutare il prossimo. Amici, conoscenti, colleghi affollano la bacheca di Facebook del cugino e dell’ex marito per lasciare anche nei social un ricordo di Patricia.