Torna il terrore a Bruxelles a tre giorni dalla cattura del super ricercato per le stragi di Parigi Salah Abdeslam. Due esplosioni avrebbero devastato l’aeroporto di Bruxelles verso le otto del mattino. I media hanno fatto un primo bilancio di 11 morti e 25 feriti, mentre la polizia parla di una sola vittima. Non sono ancora note le cause delle deflagrazioni. Il terrorismo islamico non ha colpito solo l’aeroporto Zaventem: in questi minuti si parla anche di un’esplosione nella stazione metro di Maalbeek, a due passi dalla Commissione Ue – la polizia avrebbe già provveduto a chiudere tutte le stazioni della metropolitana.

Dai media iniziano intanto a circolare notizie di scoppi in altre stazioni di metrò della capitale belga. Bruxelles è anche una delle sedi del parlamento europeo. Per questo stamattina Matteo Salvini è stato raggiunto telefonicamente dall’Ansa, e ha dichiarato che sta “rientrando in questo momento nei miei uffici a Bruxelles, la polizia mi ha bloccato a poca distanza dall’aeroporto, dove a minuti avrei preso un aereo per l’Italia“. Ha poi aggiunto che stava “andando proprio alla sala partenze dell’aeroporto di Bruxelles per tornare in Italia quando sono stato bloccato e rimandato indietro dalla polizia. Qui intorno c’è un grande caos“.


https://youtu.be/4wgBAbgdmhc