Dopo le lunghe ore di terrore che hanno visto la Francia protagonista dei terribili attacchi terroristici durante i quali hanno perso la vita 129 persone, proseguono le indagini per raccogliere informazioni sui sei diversi attacchi compiuti nel cuore di Parigi e tra la commozione, la rabbia e la paura iniziano a delinearsi anche i profili dei kamikaze che hanno terrorizzato la Francia venerdì sera: tra loro c’è un 29enne francese di origini algerine, l’unico identificato.

Si tratta del kamikaze francese in azione al Bataclan, è il 29enne Omar Ismail Mostefai, identificato grazie all’impronta digitale del dito indice, unico porzione del suo copro rimasta intatta dopo che ha azionato il giubbetto esplosivo che nascondeva sotto i vesti. Nato il 21 novembre 1985 nel sobborgo parigino di Courcouronnes, Mostefai è stato condannato per 8 reati non gravi tra il 2004 ed il 2010 senza mai però aver scontato le sue pene. Gli inquirenti stanno cercando di scoprire se abbia viaggiato in Siria per addestrarsi ed unirsi ad Isis.

Sei suoi familiari sono stati arrestati, tra questi anche il padre ed il fratello. Il padre e il fratello 34enne di Mostefai, insieme ad altri 4 familiari, sono stati interrogati e si trovano ora sotto custodia nel quartier generale dell’antiterrorismo francese a Levallois-Perret, nella citta urbana di Parigi. Il fratello, che aveva rotto i rapporti con Mostefai si è presentato spontaneamente alla polizia dopo aver saputo degli attacchi terroristici.