Il procuratore della Repubblica di Lecce, Cataldo Motta, ha espresso la sua richiesta di condanna nei confronti di Giovanni Vantaggiato, l’autore dell’attentato avvenuto esattamente un anno fa alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi: “Quest’uomo è un terrorista, merita l’ergastolo” sono state le sue parole.

Le accuse sono quelle di strage aggravata dal fine terroristico, possesso di ordigno micidiale e tentato omicidio pluriaggravato in merito al posizionamento di una bicicletta con esplosivo nel condominio in cui abita l’imprenditore Cosimo Parato a Torre Santa Susanna.

Ciò che Motta tiene a sottolineare è proprio la necessità di dover riconoscere l’aggravante della componente terroristica: ”C’era una finalità terroristica nella preparazione e realizzazione dell’attentato del 19 maggio alla scuola Morvillo di Brindisi” ha affermato il Procuratore  illustrando poi tecnicamente con quali modalità  si può configurare tale aggravante presente nel codice penale ormai da quaranta anni, e definita “inequivoca”.