“Da quello che sappiamo si è trattato di un atto di terrorismo, ma non abbiamo ancora informazioni su quante persone siano coinvolte, né di chi si tratta”. E’ il laconico annuncio del presidente Barack Obama, nella conferenza stampa di questo pomeriggio legata agli sviluppi dell’attentato di ieri sera alla maratona di Boston. Il presidente degli Stati Uniti ha aggiunto: “Noi confidiamo nell’animo delle persone di Boston. Se volete sapere chi siamo, come l’America reagisce al male, l’avete visto ieri: azioni compassionevoli, non di paura. Ho dato ordine a tutte le amministrazioni di proteggere il popolo. Ho grande fiducia nelle forze di sicurezza. I cittadini americani continueranno ad agire in modo eroico ed orgoglioso come quelli di Boston”.

In precedenza nel pomeriggio i dirigenti locali dell’Fbi hanno invitato la popolazione ad aiutare l’organo investigativo federale fornendo informazioni utili. La scena del delitto è stata circondata fino a 12 isolati dalla linea d’arrivo della maratona, e verrà gradualmente ridotta (foto by InfoPhoto).

Ma la paura continua. L’aeroporto Fiorello La Guardia di New York è stato evacuato ed è rimasto chiuso per circa un’ora, a causa dell’allarme per un pacco sospetto, e il traffico aereo è stato interrotto. Ora l’allarme è cessato ed il complesso è stato riaperto.