I sostenitori dell’Isis celebrano il massacro di Nizza. Lo riporta su Twitter il Site, sito di monitoraggio delle attività jihadiste sul Web. Nonostante manchi ancora la rivendicazione dell’attacco, non sono tardati ad arrivare messaggi di esultanza, accompagnati dall’invito a mantenere spente le luci della Torre Eiffel (ad ora buia in segno di lutto) “fino alla conquista della Francia da parte dell’ Isis”.

Vendicata la morte di al Sishani” scrivono gli affiliati all’Isis, che riconoscono nella strage di Nizza la giusta punizione per l’uccisione, avvenuta in Iraq, del comandante militare dello Stato islamico, Omar Al Shishani.

Investiteli con l’auto” aveva incitato su Twitter il portavoce dell’Is, Adnani, appellandosi ai lupi solitari in Europa e nel mondo. Sempre il Site riferisce inoltre che in uno dei numeri di Inspire, rivista jihadista, al Qaeda aveva suggerito di usare i camion come delle falciatrici, “non per tagliare l’erba ma per falciare i nemici di Allah“. E così è stato: 84 le persone rimaste uccise sul lungomare di Nizza, dove un camion da 18 tonnellate si è lanciato ad alta velocità sulla folla riunita per le celebrazioni del 14 luglio, anniversario della presa della Bastiglia e festa nazionale francese. Oltre 100 i feriti, tra cui numerosi bambini (circa una cinquantina riferisce Hollande), accorsi con le loro famiglie sulla promenade Des Anglais per assistere allo spettacolo dei fuochi d’artificio.

Nessuna rivendicazione ufficiale, dunque, ma il presidente francese Hollande parla senza mezzi termini di “innegabile carattere terroristico dell’attacco”. “La Francia è afflitta, inorridita da questa tragedia, questa mostruosità” ha riferito il presidente, tornato a Parigi da Avignone. Lo stato di emergenza è stato esteso in tutto il Paese per i prossimi tre mesi.

I nostri pensieri – si legge sul profilo Twitter della Casa Bianca – e le nostre preghiere vanno alle famiglie delle vittime”. “Ho dato ordine alla mia squadra di restare in stretto contatto con le autorità francesi – fa sapere Obama – e ho offerto tutta l’assistenza di cui possono aver bisogno per portare i responsabili davanti alla giustizia. Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza alla Francia, il nostro più antico alleato, affinché risponda e si riprenda da questo attacco“.

La Farnesina chiede intanto a tutti gli italiana presenti a Nizza di evitare spostamenti e seguire le indicazioni delle Autorità locali.