Spesso siamo convinti di riconoscere l’autenticità dei soldi ad una prima occhiata e non controlliamo nemmeno le monete o le banconote che ci propinano come resto degli acquisti che effettuiamo. Dopo l’allarme sulla circolazione di venti euro false, in questi giorni ne è scattato un altro a cui bisogna fare particolarmente attenzione.

Si tratta della truffa dei due euro con cui i furbetti stanno raggirando moltissimi italiani. La moneta è, infatti, facilmente confondibile con i dieci Bath thailandesi che, per colore e grandezza, sono molto simili a quella italiana. Nel resto è molto facile introdurre le monete straniere e, così, tantissimi si accorgono dell’imbroglio solo successivamente. Il problema è che il valore dei dieci Bath equivale a venticinque centesimi di euro e quindi, stando ai fatti, ci si ritrova ad avere un euro e settantacinque centesimi in meno per ogni moneta scambiata. Dopo diversi casi segnalati nella provincia di Napoli anche il presidente di Federconsumatori Sergio Veroli ha voluto lanciare l’allarme ufficiale, lanciando un monito ai cittadini:

“State molto attenti quando si fanno gli scambi di denaro e valutate bene il resto, soprattutto in prossimità dei centri interessati da un grande afflusso di stranieri e turisti, perché è più facile che si verifichino truffe o errori”.