Secondo un’indagine last-minute di Federalberghi, sono oltre 34 milioni gli italiani che questa estate si sono concessi una vacanza.

Analizzando nel dettaglio il numero, si scopre che di questi 23,6 milioni sono maggiorenni mentre 8,1 milioni sono i minorenni. In pratica quasi un italiano su due è andato in vacanza, ovvero il 56,6% con un incremento rispetto all’anno scorso del 3,2%. A concedersi una vacanza nei luoghi esotici sono però solo una piccola parte: il 78,6% (27 milioni), infatti, ha deciso di passare le ferie in Italia (nel 2016 erano il 74,5%) mentre il 21,2% (7,3 milioni) andranno all’estero.

Questo via vai di vacanzieri ha generato un business pari ai 22 miliardi di euro, pari al 2,2% in più rispetto al 2016. La spesa media complessiva stimata da Federalberghi – che comprende viaggio, vitto, alloggio e divertimenti – è di 838 euro, in calo rispetto al 2016 che era di 869 euro. Gli italiani ad andare in vacanza sono di più rispetto all’anno scorso, ma spendono un po’ di meno.

Mare o montagna? La meta preferita dei vacanzieri italiani quest’anno è stato il mare. Il 68,3% dei vacanzieri italiani è andato al mare: quasi il 51% coste della Penisola o delle due isole maggiori, mentre quasi il 18% si riversa nelle isole minori. In montagna sono andati il 10%, mentre le località d’arte maggiori e minori con il 5,8%, le località lacuali con il 3,2% e le località termali e del benessere con il 2,1%. Chi va all’esterno si sposta soprattutto per le grandi capitali europee (40,6%) o le località marine (stabili al 14,2%).

“Il bilancio positivo dei mesi di giugno e luglio e le previsioni relative ai mesi di agosto e settembre confermano che l’estate 2017 sarà caratterizzata da un’ottima performance”, spiega il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca.