Le auto rubate in Italia sarebbero sempre meno ma sarebbe invece più difficile riuscire a recuperarle dopo aver subito il furto. E’ il dato contrastante che mette in evidenza un dossier annuale appena pubblicato, che ha basato i suoi risultati sui dati messi a disposizione dal Ministero dell’Interno. Stando a questi dati, sarebbero 330 le auto rubate in Italia ogni giorno, per un totale di oltre centoventi mila vetture all’anno (i dati si riferiscono al 2014). In merito alle auto recuperate, invece, c’è da dire che oltre la metà di esse non sarà più recuperata dal legittimo proprietario e che soltanto negli ultimi quindici anni a sparire sarebbero state oltre un milione di automobili.

Auto rubate in Italia: le Regioni e le città più rischiose

Dovendo procedere con una classifica delle Regioni italiane più rischiose – ossia di quelle in cui si commettono più furti di auto – al primo posto si trova la Campania, cui seguono Lazio, Puglia, Lombardia e Sicilia. Spostandosi sul versante città più a rischio, invece, si scopre che la classifica parte con Roma e Napoli ai primi posti, seguite da Milano, Catania, Bari e Palermo.

Snocciolando un po’ di dati si scopre che in Campania sono avvenuti 22.681 furti, nel Lazio 19.843, in Puglia 17.075, in Lombardia 17.008, in Sicilia 16.781. Le Regioni con le più alte percentuali di recupero, invece, sono Veneto, Emilia Romagna e Liguria.

Auto rubate in Italia: i modelli più gettonati

Dove per modelli più gettonati si intende quelli che i ladri di automobili preferiscono rubare. Fra questi vi sono Fiat Panda, Punto 500, Range Rover Sport/Evoque, Nissan Quashqai. Negli ultimi tempi sembra essere cresciuto esponenzialmente l’iteresse anche per i Suv in generale. Dando un’occhiata ai dati, si scopre poi che a Roma il modello di automobile che fa più gola ai ladri è la Smart mentre a Milano la Range Rover.