Mauro Floriani, marito della senatrice Alessandra Mussolini (foto by InfoPhoto), si è presentato davanti ai magistrati della Procura di Roma per difendersi dalle accuse che lo hanno inserito nel registro degli indagati per sfruttamento della prostituzione minorile. Il suo coinvolgimento è legato all’indagine sulla vicenda delle baby squillo di Roma, nel quartiere Parioli; il suo nome figura nella lista di clienti delle due minorenni che si prostituivano, Azzurra e Aurora, come si facevano chiamare.

Secondo quanto si apprende, Floriani ha ammesso nell’interrogatorio con i Pm Monteleone e Macchiusi di avere avuto rapporti con una delle ragazze, la più grande delle due, 15 anni, “Ma non sapevo che fosse minorenne. Lei si era presentata come 19enne e io le ho creduto“.

Floriani ha detto ai magistrati di aver contattato la ragazza rispondendo all’annuncio da lei messo sul sito bakekaincontri.it. Il manager ha detto di aver avuto rapporti con lei due volte. Tuttavia dalle indagini agli atti della Procura emerge un numero maggiore d’incontri. Gli indagati per sfruttamento della prostituzione minorile in questa vicenda sono complessivamente 22. Tra questi sembra esserci anche il figlio di un parlamentare.