Procede il processo sulle baby squillo di Roma: la Procura ha chiesto una condanna di 16 anni e mezzo per Mirko Ieni ritenuto il promotore del giro di prostituzione che ha coinvolto due ragazzine a Roma in un appartamento ai Parioli. Di 6 anni, invece, è la richiesta da parte del procuratore aggiunto Maria Monteleone per la mamma della più piccola delle giovani prostitute dei Parioli, accusata di sfruttamento della prostituzione, e 8 mesi per il cliente Gianluca Sammarone.

Il processo si svolge col rito abbreviato con la possibilità di beneficiare, nel caso di colpevolezza degli imputati, dello sconto di un terzo della pena. Oltre a Ieni, alla madre della ragazzina e a Sammarone alla sbarra ci sono anche Nunzio Pizzacalla, ritenuto anche lui promotore del giro, i clienti Michael De Quattro, Riccardo Sbarra, Marco Galluzzo, Francesco Ferraro.