Ancora una volta fanno scalpore le immagini di una babysitter che maltratta in modo crudele un bambino a lei affidata da genitori ignari. La storia è stata diffusa dal Daily Mail ed arriva dalla Namibia dove due genitori, per motivi lavorativi, hanno deciso di assumere una tata per accudire la figlia di nove mesi.

Dopo aver notato degli strani lividi sul corpo della piccola, la mamma Annemarie Theron ha installato delle telecamere nascoste in casa per controllare la situazione. I filmati hanno, purtroppo, mostrato alla donna la triste realtà: la babysitter, anche lei madre di quattro figli, era solita maltrattare la bimba tanto da strattonarla, tenerla per un braccio e lanciarla in aria senza badare ai suoi pianti disperati. La Theron, choccata dalle immagini, ha immediatamente denunciato la tata:

“Non volevo essere una mamma paranoica e apprensiva, però le brutte sensazioni non mi abbandonavano e quando ho visto i filmati non ho potuto fare altro che scoppiare a piangere e stringere e a me la mia bambina. [...] Mi sono sentita tradita“.

Dal canto suo la babysitter si è giustificata affermando di non aver avuto una condotta violenta, ma le prove sono sufficienti per l’arresto con l’accusa di tentato omicidio e adesso non resterà che aspettare l’esito del processo.